A sud

Ferie, una settimana. Tre giorni fa, no 4, lo spunto per una zingarata incrociando per caso, tra scale e corridoi, Andrea. Vuol partire ed è da solo, come me, ha in testa Berlino, con una puntata nei Paesi Bassi. "Den Helder, voglio tornarci - gli faccio, già convinto del viaggio, tornando in un lampo a quel porto sul mare del Nord, fitto di navi da guerra pescherecci e case galleggianti ormeggiate in un placido canale. Vent'anni indietro, mica uno, quando in quel porto ho chiuso il libretto di navigazione nel cassetto, per aprire il tesserino militare.

Argomenti: 

Chi va al Mulino si infarina

Ho iniziato un seminario sull'attore - narratore. Lo tiene Gianluca Reggiani, al Mulino di Amleto, Rimini, un attore che conosco da anni e del quale ricordo in particolare un allestimento,la Tempesta. Era sulla spiaggia di Miramare, tra il mare e la colonia Bolognese, erosa dagli elementi. Bella serata. Mi andava di rinfrescare un po' la memoria sulle tecniche di recitazione, quelle poche ed elementari che avevo appreso: muoversi sulla scena recitando davanti ad un piccolo pubblico, gestire la voce, i movimenti.

Argomenti: 

Libere! Simona Pari e Simona Torretta rilasciate

Simona Pari e Simona Torretta sono libere: l'annuncio della tv Al Jazeera rimbalza dall'etere alle agenzie di stampa, ai telefonini di casa Pari, a Rimini. Gli occhi di Donatella Rossi, la madre di Simona, sono incollati al video, la bocca socchiusa nello stupore, mentre un pollice fa zapping tra i canali, alla ricerca di una conferma. Non è una notizia come quelle volate, rincorse, talvolta create in questi 21 giorni, Donatella, Luciano, il padre, alcuni amici in visita aspettano la conferma, che il lancio di agenzia diventi quella per loro è la sola, l'unica Notizia.

Argomenti: 

In morte di Roberto Betti

Il volontariato riminese ha perso un pioniere: Roberto Betti. Quarantaduenne, Roberto ha legato il suo nome all'immigrazione, negli anni in cui il fenomeno si poteva definire così: non c'erano norme certe ma solo tardive sanatorie, non c'erano centri di prima accoglienza né strutture residenziali, la parola extracomunitario diventava comune per i continui allarmi che lanciavano le associazioni di categoria, preoccupate per il commercio abusivo che i senegalesi praticavano.

Argomenti: 

Vicolo Gioia

Sabato, affollato nei primi raggi primaverili. Gambe braccia gonne corte e vociare insistente si fendono al passaggio di un pastrano chiuso intorno al fastidio. Misantropia? Malessere? Oppure semplice differenza di fondo tra la folla indistinguibile di bomber barbour minigonne e tacchi deformi, parto di designer caserecci o negligenti copisti?

Argomenti: 

Pagine

Subscribe to La casa di Kikko RSS