Qualche altra ragione perché voto Sì e perché penso che una parte della sinistra del No fa una battaglia di sopravvivenza

I duellanti, scena della ritirata di Russia

Non mi riconosco in Renzi. Ma in questa tornata referendaria mi riconosco ancora meno nelle ragioni del No. In nome di una pretesa fedeltà alla Costituzione alcuni, non tutti, a sinistra contrabbandano la loro incapacità di dialogare con la contemporaneità. Non hanno il coraggio di cambiare – CAMBIARE – e allora riesumano paure e parole d’ordine cresciute all’ombra del muro di Berlino. Le hanno preservate dalle macerie per cullare la loro sopravvivenza, in uno scenario antico che l’elettorato e la globalizzazione ha già ampiamente spazzato via.

Argomenti: 

Dopo tante parole ascoltate, esprimerò un monosillabo per il cambiamento: sì.

Palazzo Madama, Roma

Io voterò sì al referendum del 4 dicembre. E non lo farò per sostenere questo o quel governo, questa o quella maggioranza, ma perché questa è, sopratutto, un’ottima occasione per superare un bicameralismo paritario inutile e anacronistico. E francamente sono stanco di vedere tentativi di rinnovare la nostra formula parlamentare naufragare nelle secche della tattica politica e nell’agitazione del consenso. O peggio, nella resilienza di figure politiche ormai ampiamente messe all’angolo dal tempo e da loro stesse.

Argomenti: 

52

Il generale D'Ubert a passeggio

Questo 52esimo anno compiuto devo ammettere che è stato particolarmente impegnativo. E molti degli auguri che mi sono giunti ieri sono in esplicito riferimento alle mie vicissitudini. L'età incede, con essa le magagne ma anche nuove consapevolezze e vecchie conferme.

Argomenti: 

Notarelle sparse sulla manifestazione di piazza in solidarietà a Parigi di Rimini

Folla in piazza Cavour a Rimini in solidareità alle vittime di Parigi

Chi è intervenuto ha interpretato le indefinibili forme dello sgomento che ci ha riunito, collante di diversità talvolta contrastanti.

Luoghi: 
Argomenti: 

Cocoricò Riccione, il decreto del questore di Rimini. I fatti che hanno portato alla chiusura della discoteca

Cocoricò Riccione, ferragosto 2012

Il provvedimento del questore di Rimini di chiusura del Cocoricò di Riccione per 120 giorni, con gli elementi che hanno portato alla decisione. I legali del locale hanno annunciato il ricorso nelle sedi opportune.

Argomenti: 

Pagine

Subscribe to La casa di Kikko RSS